Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)Español (Es)Nederlands (NL-nl)

Fronte Scuola

News Letter

Iscriviti inserendo la tua e-mail per ricevere tutti i nostri eventi e le novità che verranno organizzati all'interno dell'area protetta.

Facebook



Login



Oltre 15mila visitatori alle cascate più alte d'Italia PDF Imprimer Envoyer
There are no translations available.

BORRELLO. Si è chiusa con un bilancio lusinghiero la stagione 2011 della Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF Cascate del Rio Verde, nella quale ci sono le cascate naturali più alte d'Italia, formate da un triplice salto che complessivamente misura 200 metri. Soddisfatta la società Rio Verde Ambiente e  Turismo (che gestisce la Riserva) e il sindaco Giovanni Di Nunzio. «La riserva è un patrimonio non solo nostro ma di tutta la Regione», afferma Di Nunzio che promette, «faremo altri investimenti sia strutturali sia multimediali». I visitatori alle cascate sono stati 15.300 di cui 2.255 provenienti dall'estero. Per l'Italia i visitatori arrivano dall'Abruzzo (41%), Lazio (9%), Campania (8%), Molise (7%), Lombardia e Puglia (6%), Emilia Romagna, Marche e Piemonte (3%), Veneto (2%). La fascia d'età più rappresentativa dei turisti è quella che va dai31 ai 50 anni (45%), il 14% ha meno di 18 anni, il 17% da 18 a 30 anni, il 22% da 51 a 65 anni e il 2% ha più di 65 anni. In controtendenza rispetto agli ultimi due anni è aumentata del 2% la percentuale dei turisti che rimane per più di una giornata in paese (sul totale: 5% da 1 a 2 giorni, 3% da 3 a più giorni). Inoltre il 52% si ferma a pranzo o a cena in paese o nei dintorni e la percentuale è superiore rispetto allo scorso anno. Il 91% dei turisti è rimasto soddisfatto dalla vista alla riserva, gli scontenti lo sono per: «mancanza di gite organizzate», «area pic-nic a pagamento;, «non si arriva sotto la cascata», «poco attrezzata», «non si vede la cascata», «maggior aspettativa».