Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)Español (Es)Nederlands (NL-nl)

Useful Sites

News Letter

Iscriviti inserendo la tua e-mail per ricevere tutti i nostri eventi e le novità che verranno organizzati all'interno dell'area protetta.

Facebook



Terremoto in Abruzzo - Le oasi WWF offrono un aiuto concreto PDF Print E-mail
There are no translations available.

Terremoto AbruzzoIl WWF al fianco dell’emergenza terremoto in Abruzzo. Salgono a 90 i posti letto reclutati dal WWF all’interno delle proprie Oasi protette, molte delle quali si trovano proprio nella regione colpita dal terremoto. Per aiutare le famiglie sfollate dai centri colpiti dal sisma l’associazione ha messo a disposizione della Protezione Civile le foresterie e i centri visite delle vicine oasi abruzzesi e i propri Centri di Educazione Ambientale: a quelli già annunciati immediatamente dopo le prime forti scosse - 10 posti nell’Oasi Gole del Sagittario (comune di Anversa degli Abruzzi, provincia de L’Aquila), 5 posti nelle Cascate del Rio Verde (comune di Borrello, provincia di Chieti), si sono aggiunti 50 posti dell’Oasi di Penne (provincia di Pescara) ed altri 25 del Centro di Educazione Ambientale di Recanati (Marche). Inoltre il WWF sta raccogliendo la disponibilità dei propri operatori ed educatori a supporto della gestione dei bambini e ragazzi nei campi di accoglienza.

“Si tratta di piccolo contributo ma che in questo momento ci sembra necessario per affiancare lo Stato in uno sforzo di solidarietà collettiva – ha dichiarato Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia - L’Abruzzo, tra l’altro, è per il WWF anche una regione ‘simbolo’ dell’impegno per una tutela della natura e del territorio, spazi che ci auguriamo non verranno stravolti da progetti di ricostruzione mal ponderati. Su questo il WWF è a disposizione con le proprie competenze in materia di urbanistica sostenibile per fare in modo che la nuova edilizia mantenga non solo parametri di antisismicità ma anche di sostenibilità ambientale”. Grazie alla disponibilità dei Sindaci dei comuni di Anversa degli Abruzzi (L’Aquila) e Borrello (Chieti) proprietari delle strutture, il WWF Italia ha già constatato l’assenza di pericolo e la stabilità degli ambienti.