Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)Deutsch (DE-CH-AT)French (Fr)Español (Es)Nederlands (NL-nl)

Useful Sites

News Letter

Iscriviti inserendo la tua e-mail per ricevere tutti i nostri eventi e le novità che verranno organizzati all'interno dell'area protetta.

Facebook



Raganella PDF Print E-mail
There are no translations available.

Raganella

 

Nome Scientifico Hyla arborea

 

Classe Anfibi
Ordine Anuri
Famiglia Hylydae
Dimensioni Lunghezza: 5 cm.

 

alt IDENTIFICAZIONE E COMPORTAMENTO
Un piccolo anfibio anuro verde chiaro, molto mimetico e difficile da individuare nella vegetazione in cui vive e su cui rimane immobile per intere giornate, mentre di notte si lancia sugli insetti per cadere su un altro appoggio.
La sua colorazione può variare rapidamente e può essere da gialla fini a marrone chiazzato. Le sue zampe sono dotate di piccole ventose che le consentono di aderire sugli steli e di arrampicarsi con estrema agilità: i liquidi persi dalla pelle con l’evaporazione diurna vengono integrati dall’umidità notturna assorbita dalla pelle stessa. Il maschio per cantare gonfia molto la gola, formando una sfera bianco-giallastra che funge da cassa armonica. I suoi nemici, soprattutto nell’epoca giovanile, sono gli uccelli di canneto, come i rallidi e alcuni ardeidi.
 
 
 
alt VOCE
Un gracidio ritmico e ripetuto, “krak-krak-krak”, emesso con circa 3-6 impulsi al secondo in primavera di giorno e, d’estate, soprattutto di notte, anche in coro, comunque esclusivamente dai maschi.
 
 
 
alt HABITAT
Ambienti palustri, campagne, giardini, purchè umidi e con una presenza di acqua, anche se in piccole pozze o canali, in pianura e in collina.
 
 
 
alt ALIMENTAZIONE
Insetti.
 
 
 
alt RIPRODUZIONE
Gli accoppiamenti avvengono in primavera inoltrata nelle pozze: i maschi abbracciano le femmine da dietro e le stimolano fino a che queste non emettono le uova, fecondandole immediatamente.
Le uova, piccolissime, giallognole e avvolte in una sostanza gelatinosa, vengono deposte in fasi successive e in località diverse, per facilitare il successo della riproduzione indipendentemente dal prosciugamento di alcune pozze, tra aprile e giugno.
Le uova si attaccano alla vegetazione acquatica in gruppetti di 10-20: i girini possono raggiungere anche i 4,5 cm di lunghezza in pozza perenni, ma sono generalmente più piccoli quando, dopo due mesi, inizia la metamorfosi, che lo trasforma in una minuscola ranocchia che raggiunge le rive della pozza e si infila nella vegetazione: in tre anni raggiunge le dimensioni da adulto e la maturità sessuale.
 
 
 
alt STATUS E CONSERVAZIONE
E’ diffusa e numerosa in gran parte dell’Europa, esclusi penisola Iberica, Baleari e sud della Francia, oltre alla regioni settentrionali e all’Inghilterra dove è stata introdotta in alcune zone, fino all’Unione Sovietica, al Mar Caspio e all’Asia Minore.