Raduno nazionale dei sindaci-baby a Borrello Print
There are no translations available.


Il turismo in Abruzzo riparte dal cibo. E’ l’idea per il “IX convegno nazionale dei minisindaci e minipresidenti dei parchi” che quest’anno ha scelto il parco della Maiella. Il progetto è nato su iniziativa dei consigli comunali dei ragazzi per sviluppare nelle nuove generazioni l’importanza dei parchi naturali. Da qualche anno nella rete dei parchi d’Italia, che coinvolge 56 istituti della penisola, c’è anche il parco della Maiella che ospiterà da lunedì prossimo a giovedì 250 partecipanti tra ragazzi, docenti, amministratori dei comuni e dei parchi. L’istituto comprensivo di Quadri lavora da un anno al progetto. Bisognava cercare la sintesi tra turismo e territorio e docenti e ragazzi l’hanno trovata nel cibo intitolando il convegno “Il parco...meraviglie da gustare”. E sarà proprio Villa Santa Maria ad ospitare laboratori di cucina, percorsi gastronomici e il dibattito sulla valorizzazione del prodotti tipici agro-alimentari e sulla convivenza civile, con l’intervento del giudice Giuseppe Di Lello . Lunedì a Roma i minisindaci andranno in Senato, poi a Villa Santa Maria, Quadri e Borrello. «Abbiamo presentato una filiera originale come quella del cibo legato al territorio», ha spiegato il sindaco di Villa Santa Maria, Francesco Falconio , «rispetto alle altre regioni abbiamo da imparare, da noi mancano non solo le strutture alberghiere, ma anche le infrastrutture. Lavoriamo con le scuole per fare della tradizione culinaria e gastronomica un cavallo di battaglia». Entusiasta il dirigente scolastico di Quadri, Marilena Bellisario : «Questo convegno è una grande opportunità: la rinascita dell’Abruzzo deve vederci protagonisti soprattutto nel turismo».